Titolo: I sovrani della rete.
Piattaforme digitali e limiti costituzionali al potere privato

Descrizione: Il volume intende indagare l’impatto delle piattaforme digitali sulle democrazie costituzionali; gli intermediari digitali, in un contesto in cui sembra venuta meno la congruenza tra Stato, territorio ed economia, si insidiano infatti nei luoghi lasciati liberi dai pubblici poteri e contribuiscono a produrre “le strutture sociali in cui viviamo”, ponendosi come arbitri, che pretendono di autolegittimarsi e di gestire, sfruttando l’asimmetria di conoscenza derivante dalla mole di dati a loro disposizione, gli spazi di libertà che essi stessi concedono agli utenti. Esercitano, in questo senso, un potere che esorbita largamente la sola sfera economica. Un potere che è, nei fatti, anche culturale e politico.
L’idea da cui muove la ricerca è allora quella di provare a mettere a confronto i meccanismi che informano il funzionamento dell’e-cosistema digitale e le risposte che il diritto, in particolare il diritto costituzionale, è chiamato a elaborare per governare tali fenomeni.

Autore: Francesca Paruzzo

Editore: Università degli Studi di Torino, Edizioni Scientifiche Italiane

Data: 2022

Gestione dei diritti: Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Identificatore: ISBN: 9788875902377


Citazione

Francesca Paruzzo, “I sovrani della rete. Piattaforme digitali e limiti costituzionali al potere privato,” Collane@unito.it, ultimo accesso il 27 maggio 2024, https://www.collane.unito.it/oa/items/show/125.

Formati di uscita